• Le parole mai scritte
Le parole mai scritte

Le parole mai scritte

"Nel 65 nacqui a Roma da genitori per così dire "vecchio stampo" come si tende a dire nella società di oggi. Tipica fami glia originaria del sud dove il padre lavora e la madre abbandonato il lavoro si dedica alla casa e alla famiglia. Tanti sacrifici per conquistare i nostri diritti, lavoro, casa, studi ed anche il resto, dove ancora i sacrifici appunto ti permettevano di realizzare le basi per il futuro di noi figli. La mia esperienza di vita mi ha portato ad una mia conoscenza interiore piuttosto profonda, con una consapevolezza che il nostro percorso di vita è costante, abbiamo dei cicli vitali che in teoria e se attenti a noi stessi ci dovrebbero fare evolvere nel nostro dovere di essere umano e non solo. È così che ho imparato a prendere nota e a scrivere quello che vedevo, sentivo e sognavo... come in un diario personale dove la fine non la scriverà nessuno, perché leggere vuol dire non fermarsi, andare avanti nella vita aiutando chi non riesce o ha difficoltà, perché tutti noi non siamo indispensabili ma necessari l'uno per l'altro per raggiungere quel qualcosa che oggi ancora non vediamo..." Vedi di più